Alunni anticipatari

ACCOGLIENZA E INSERIMENTO ALUNNI ANTICIPATARI

Il Regolamento di riordino del primo ciclo di istruzione e della scuola dell’infanzia (dpr n.89/2009) ha previsto che possono iscriversi alla scuola dell’infanzia i bambini che compiono tre anni di età entro il 30 aprile dell’anno scolastico di riferimento.
L’anticipo di iscrizione alla scuola dell’infanzia, secondo quanto dispone il Regolamento di riordino, avviene garantendo qualità pedagogica, flessibilità e specificità dell’offerta educativa in coerenza con la particolare fascia di età interessata.
Per questo, la frequenza anticipata è consentita alle seguenti condizioni:
a) disponibilità dei posti;
b) accertamento dell’avvenuto esaurimento di eventuali liste di attesa;
c) disponibilità di locali e dotazioni idonei sotto il profilo dell’agibilità e funzionalità, tali da rispondere alle diverse esigenze dei bambini di età inferiore a tre anni;
d) valutazione pedagogica e didattica, da parte del collegio dei docenti, dei tempi e delle modalità dell’accoglienza.
Qualora il numero delle domande di iscrizione sia superiore al numero dei posti complessivamente disponibili, hanno precedenza le domande relative ai bambini che compiono tre anni di età entro il 31 dicembre dell’anno in cui avviene l’iscrizione.
Gli alunni anticipatari saranno accolti nelle sezioni, secondo una distribuzione equa, fino ai limiti di capienza consentita per sezione.
Fra coloro che hanno chiesto l’iscrizione come anticipatari viene data la precedenza per l’inserimento in sezione ai bambini più grandi per età.

Per garantire un inserimento sereno e positivo dei bambini anticipatari il Collegio dei Docenti della Scuola dell’Infanzia Italiana di Barcellona ha deliberato i seguenti criteri:
• L’inserimento è subordinato al conseguimento della piena autonomia del bambino anticipatario nelle condotte di base quali deambulazione, controllo sfinterico, alimentazione, uso dei servizi igienici, con frequenza limitata e graduale durante le prime 3 settimane di scuola.
• L’insegnante comunicherà alla famiglia le modalità specifiche d’inserimento in un colloquio individuale prima dell’inizio dell’anno scolastico.
• I bambini non anticipatari hanno la precedenza assoluta rispetto agli anticipatari.
• La lista d’attesa degli anticipatari sarà creata in base alla data di nascita dei bambini. Avranno precedenza i bambini nati prima.