Con il frottage scopriamo che la forma lascia un segno.

Questa tecnica, riscoperta dal pittore surrealista Max Ernst, permette di catturare la pelle delle cose e scoprire che quasi ogni cosa, oltre alla forma e al colore, ha una texture in rilievo. La sperimentiamo con le foglie raccolte al parco.